< Torna a 2022

Firmato il protocollo per la candidatura della via Appia a Patrimonio Mondiale dell'Unesco

Print Pdf

Appia_Unesco

Contatti

protocollo@arcsacra.va

 

    Martedì 10 gennaio, è stato firmato a Roma, presso le Terme di Diocleziano, il Protocollo di intesa per la candidatura del sito “Via Appia. Regina Viarum” nella Lista del Patrimonio Mondiale Unesco. Il progetto, promosso dal Ministero della Cultura attraverso gli uffici centrali e periferici, coinvolge 4 Regioni (Lazio, Campania, Basilicata e Puglia), 12 tra Province e Città metropolitane, 73 Comuni, 15 Parchi, la Pontificia Commissione di Archeologia Sacra e 25 università italiane e straniere. Alla cerimonia ha preso parte anche il Presidente della Pontificia Commissione di Archeologia Sacra, Mons. Pasquale Iacobone, il quale ha commentato: "«Anche la Santa Sede, attraverso la Pontificia Commissione di Archeologia Sacra, partecipa a un progetto così ampio e significativo. L’Appia è la strada dove sorse la prima catacomba. Fu percorsa da Paolo per arrivare Roma e poi da Pietro. È una delle prime vie Peregrinorum: non potevamo proprio essere assenti».

 

Roma, firmato protocollo per ‘Via Appia. Regina Viarum’ candidata all’Unesco - Ministero della cultura (beniculturali.it)

Da Roma a Brindisi, la Via Appia Regina viarum candidata a entrare nel patrimonio Unesco - CorrieredelMezzogiorno.it

 

unesco1
unesco2