< Torna a Roma

Catacomba di Priscilla

La regina delle catacombe

Print Pdf

PRI_39 Capp greca Magi

Indirizzo

Via Salaria, 430 - 00199 Roma RM

Orari di apertura

mart-dom 09:00 - 12:00 (partenza ultima visita 11:15) / 14:00 - 17:00 (partenza ultima visita 16:15)

Contatti

Tel: +39 06 45428493

Email: catacombapriscillaseg@gmail.com

Sito web: www.catacombedipriscilla.com

Sito web Museo di Priscilla: mupris.net

Riposo settimanale

lunedì Natale, 1 gennaio, Pasqua

Chiusura annuale

30 Dicembre - 13 Gennaio e 17 Agosto - 1 Settembre

Come raggiungerci

ATAC: 63, 92, 310 / Metro B1 (blu) Fermata: Libia o S. Agnese/ Annibaliano

 

La nobile Priscilla deve essere stata la fondatrice del cimitero, oppure la donatrice dell'area in cui esso sorse. Priscilla, come testimonia un'iscrizione della catacomba, era imparentata con la nobile gens Acilia. Sappiamo dagli storici del tempo che Acilio Glabrione, console del 91 d.C. fu condannato a morte da Domiziano, probabilmente perché seguace di Cristo. Fra i martiri sepolti a Priscilla si ricordano i fratelli Felice e Filippo, che furono martirizzati, probabilmente sotto Diocleziano, assieme alla madre S. Felicita e agli altri cinque fratelli Alessandro, Marziale, Vitale, Silano e Gennaro. Numerosi papi furono anche sepolti a Priscilla: Marcellino (296-304), Marcello (308-309), Silvestro (314-335), Liberio (352-366), Siricio (384-399), Celestino (422-432) e Vigilio (537-555).
Nel piano superiore sono dislocati i nuclei più importanti della catacomba. Il cubicolo della Velata è decorato con pitture della seconda metà del III sec. rappresentanti il matrimonio, la maternità e la morte della defunta del cubicolo. Il nicchione della Madonna con il Bambino ed il profeta Balaam (secondo l'identificazione prevalente) che indica una stella, rappresenta la più antica immagine della Madre di Dio in Occidente (230-240). La regione dell'arenario centrale: una antica cava di pozzolana riutilizzata per collocarvi poveri loculi chiusi da laterizi con semplici iscrizioni dipinte. Il criptoportico con la Cappella Greca è un grande ambiente sotterraneo in muratura, nato come nobile sepolcreto familiare poi messo in collegamento con la catacomba. La Cappella Greca deve la sua importanza ai cicli pittorici di grande antichità che la decorano (seconda metà III sec.). Nell'ipogeo degli Acili, in origine una cisterna d'acqua, sono state trovate, ed esposte, le iscrizioni degli Acili. Dentro Villa Ada si trova la basilica fatta erigere da papa S. Silvestro in corrispondenza della tomba di Felice e Filippo. Nell'ambiente adiacente la basilica è stato allestito un Museo che raccoglie centinai di frammenti di sarcofagi rinvenuti nel corso degli scavi nell'area della catacomba.

Acquista la Guida sulla Catacomba di Priscilla